21
Feb
21

Ciò che vuoi contrarre devi prima espandere

“Ciò che vuoi contrarre devi prima espandere,

ciò che vuoi indebolire devi prima rafforzare,

ciò che vuoi rifiutare devi prima esaltare,

ciò che vuoi prendere devi prima dare.

Questa è detta “la visione sottile”.

Il morbido e il debole sopraffanno il forte.”

Daodejing, cap. 36. Trad. Augusto Shantena Sabbadini.

Questo paragrafo del Daodejing è in stretta relazione con la teoria yin/yang, e in particolare a tre delle leggi che ne regolano i rapporti:

Continua a leggere ‘Ciò che vuoi contrarre devi prima espandere’
13
Feb
21

memoria, qigong dinamico ed esercizio fisico

Secondo le teorie tradizionali del qigong medico, le tecniche statiche tonificano maggiormente il qi, quelle dinamiche prevalentemente il sangue. La memoria è in stretta relazione con lo shen, lo psichismo-vitalità organico, che a sua volta “viaggia” nel sangue. Ecco perché la memoria migliora non solo se la si esercita, cosa ovvia e nota da tempo, ma anche se si nutre il sangue attraverso l’esercizio fisico.

Ora questa teoria trova una conferma nella scienza occidentale grazie al lavoro riportato:

LA MEMORIA MIGLIORA DOPO L’ESERCIZIO FISICO

Una ricerca ha scoperto che subito dopo aver fatto esercizio fisico la memoria migliora, perché aumenta la produzione di una proteina che migliora la funzionalità delle cellule nervose. A dimostrarlo è uno studio irlandese citato dal New York Times. Continua a leggere ‘memoria, qigong dinamico ed esercizio fisico’

05
Feb
21

scienza ufficiale e taijiquan

Taijiquan ed artrosi

Risultato immagini per knee

I ricercatori hanno riassunto e valutato criticamente le prove di efficacia dei RCT che hanno indagato sull’efficacia del taijiquan nel trattamento di pazienti affetti da osteoartrosi. Sono stati presi in considerazione RCT che testassero il taijiquan in pazienti affetti da osteoartrosi di qualunque localizzazione.

La meta-analisi ha suggerito che il taijiquan ha effetti favorevoli sul dolore e sulla funzionalità e rigidità articolare.

I ricercatori concludono che i risultati della revisione sono incoraggianti e suggeriscono che il taijiquan sia efficace nel controllo del dolore e per migliorare le funzioni articolari in pazienti affetti soprattutto da gonartrosi. 

Continua a leggere ‘scienza ufficiale e taijiquan’
28
Gen
21

Lo Zenzero (Zingiber officinalis)

In medicina cinese la radice di zenzero è classificata come un alimento di sapore piccante, secco e natura calda e tiepida yang, adatto quindi per tonificare il qi ed eliminare freddo e umidità. Rientra nella categoria di alimenti/medicine che “scaldano l’interno”.

Il canali verso cui si dirige sono quelli di cuore shoushaoyin, polmone shoutaiyin, milza zutaiyin, stomaco zuyangming.

Per le sue proprietà è ampiamente usata come rimedio digestivo e antinausea anche nelle gravide, in persone in trattamento chemioterapico, per trattare i disturbi da sanguinamento, il mal di denti, le malattie respiratorie.

Leggi tutto su https://cinaedintorni.wordpress.com/2011/10/23/zenzero-e-malattie-infiammatorie-del-colon/https://cinaedintorni.wordpress.com/2011/10/23/zenzero-e-malattie-infiammatorie-del-colon/

Continua a leggere ‘Lo Zenzero (Zingiber officinalis)’
16
Gen
21

Il taijiquan patrimonio immaterale dell’umanità

Grande riconoscimento per il taijiquan. Ecco una traduzione quasi fedele del comunicato dell’UNESCO.

Taijiquan, Cina.

Iscritto nel 2020 (15.COM) nella Lista Rappresentativa dei Patrimoni Culturali Immateriali dell’Umanità,

Il taijiquan è una pratica fisica tradizionale caratterizzata da movimenti circolari rilassati che lavora in concerto con la regolazione del respiro e la coltivazione di una mente retta e neutra. Originato nella metà del XVII secolo nella Contea di Wenxian, provincia dello Henan, Cina centrale, è ora praticato in tutto il paese da persone di tutte le età e da diversi gruppi etnici. I movimenti di base del taijiquan si concentrano sui wubu (cinque passi) e le bafa (otto tecniche) con una serie di routine, esercizi e tuishou (esercizio di spinta con le mani eseguite con un partner). Influenzato dal pensiero taoista e confuciano e dalle teorie della medicina tradizionale cinese, il tajiquan si è sviluppato in diverse scuole (o stili) che prendono il nome da un clan o dal nome personale di un Maestro. Il taijiquan viene trasmesso tramite la trasmissione basata sul clan o il modello maestro-discepolo. Quest’ultima relazione viene stabilita attraverso la tradizionale cerimonia del baishi. Il taijiquan è stato incorporato anche nel sistema educativo formale. Si basa sul concetto di yin e yang e sulla comprensione dell’unità del cielo e dell’essere umano. È stato diffuso anche attraverso leggende, proverbi e rituali, tra gli altri veicoli di espressione. Salvaguardare il taijiquan aumenterebbe la sua visibilità e il dialogo tra le diverse comunità.

Fonte:

https://ich.unesco.org/en/RL/taijiquan-00424

02
Gen
21

Tàijíquán e fibromialgia: esperienza didattica

Consiglio la lettura di questo interessante articolo sulla esperienza didattica della Istruttrice II Duan della Italy Chen Xiaojia ICXJ.

“…

Effetti del tàijíquán

Allineamento posturale, miglioramento dell’equilibrio, aumento nella flessibilità ed estensione degli arti, propriocezione, sensibilità plantare, maggiore ossigenazione, rilassamento ed espansione diaframmatica, riduzione dello stress e bilanciamento emotivo sono i principali benefici prodotti da una pratica costante del tàijíquán;

In particolare la capacità del tàijíquán di fare acquisire al praticante una facilità di rilassamento e di conseguenza una migliore gestione dello stress, è alla base di molte delle sue possibilità di migliorare la salute.

Aumentare la consapevolezza del proprio corpo attraverso movimenti lenti a basso impatto fisico integrati con il lavoro sul respiro e con l’associazione di varie di componenti cognitive, tra cui l’immaginazione visiva, consentono il miglioramento della forza muscolare, della coordinazione, della flessibilità ma anche del sonno, dell’umore, della qualità della vita.

Continua a leggere ‘Tàijíquán e fibromialgia: esperienza didattica’
21
Dic
20

ALLENARSI DI PIU’

Spesso gli studenti di taijiquan “non hanno tempo per allenarsi”, intendendo con “allenamento” la pratica delle forme. Ma la pratica del taijiquan non è solo la pratica delle forme, bensì anche quella del rilassamento fisico e mentale, del mantenimento della corretta postura e del modo corretto di respirare.

Da questo punto di vista ci si può “allenare” molto di più. Come dicono i Maestri, “ci si può allenare 24 ore al giorno”. Continua a leggere ‘ALLENARSI DI PIU’’

17
Dic
20

Perseveranza e risultati

Questa leggenda riguarda Li Bai (李白), un grande poeta della Dinastia Tang. Li Bai era un bambino molto monello e non amava studiare. Un giorno, mentre si recava a giocare nei pressi di un fiume, vide una vecchietta che cercava di assottigliare, di affilare un’asta di ferro su una grossa pietra quando giocava da un fiume. Spinto dalla curiosità, Li Bai le si avvicinò e chiese:

“Che cosa stai facendo, nonna?”

“Sto assottigliando questa verga di ferro”, disse la vecchietta senza fermarsi di lavorare. Continua a leggere ‘Perseveranza e risultati’

09
Dic
20

Corpo dritto e centrato

Pubblico un post su uno dei principi più importanti nella pratica e nella teoria del taijiquan tratto dalla pagina Facebook https://www.facebook.com/antonellacoglitore.taijiquanpalermo

“Mantenere il corpo centrato e dritto 立身中正 lìshēn zhōngzhèng.

Nella pratica delle forme del taijiquan riguarda la postura ma anche un atteggiamento mentale ed etico.

CORPO DRITTO: distendere i tratti cervicali e lombari, la colonna vertebrale leggermente curva in avanti, petto rilassato e contenuto in dentro, non inclinarsi in avanti o lateralmente, anche e ginocchia rilassate, peso sul punto centrale del piede (yong quan), mantenere il baricentro su un unico livello, non fare su e giù, non ondeggiare.

CORPO CENTRATO: il movimento si svolge intorno ad un asse verticale posto davanti a noi, la mente è presente, guida il movimento, abbandona i pensieri.

Continua a leggere ‘Corpo dritto e centrato’
02
Dic
20

SUN SIMIAO, ALIMENTAZIONE E SALUTE

SUN SIMIAO, ALIMENTAZIONE E SALUTE

*

La Medicina Cinese considera nello stesso ambito dietetica e farmacologia tradizionale, essendo i farmaci tradizionali una sorta di alimenti specializzati.

Questo punto di vista è bene espresso dal grande medico e alchimista Sun Simiao (Bei Ji Qian Jin Yao Fang), il quale sosteneva che:

“Quando il corpo di una persona è equilibrato e armonioso, è sufficiente nutrirsi bene.

Non è vantaggioso assumere erbe officinali, perché il qi degli organi si potrebbe squilibrare.

Per proteggere il corpo alla radice, è necessario rifornirlo di cibo nutriente.  Continua a leggere ‘SUN SIMIAO, ALIMENTAZIONE E SALUTE’




Archivi