19
Nov
12

I principi del taijiquan

li shen zhong zheng 立身中正 – CORPO DRITTO E CENTRATO.

LI SHEN ZHONGZHENG, “corpo dritto e centrato”, è il primo suggerimento che uno studente di taijiquan dovrebbe ricevere, insieme a SONG, “rilassato”. La “centratura” si riferisce sia all’aspetto fisico, posturale, sia all’aspetto psicologico. Una corretta postura è proprio la risultante tra lo stato di rilassamento e l’allineamento del corpo “tra Cielo e Terra”.

Si deve permettere al qi di sprofondare nel dantian, che così sarà pieno e sorgente di forza. Contemporaneamente, si deve sentire che dall’interno del corpo una forza stira il capo verso l’alto, come se la sommità della testa fosse tirata e sospesa da un filo, in modo da, per usare i termini tradizionali, lo shen (il mentale nel suo aspetto di coordinamento di tutte le funzioni e i movimenti del corpo) sia mantenuto insieme a baihui la sommità del capo.

Porre l’accento solo sul rilassamento rischia di produrre una postura che non esprime ding jin, la forza che tiene dritto il corpo. Il rilassamento senza li shen zhong zheng fa facilmente inclinare il corpo in avanti, uno degli errori più comuni nei principianti.

http://taijiquanfamily.files.wordpress.com/2012/07/chenpeiju_200_1.jpg

Osservando la foto della Maestra Chen Peiju, XX generazione della famiglia Chen e XII generazione dello stile, mentre si trova nella posizione danbian, “frusta singola”, si nota facilmente l’applicazione di li shen zhong zheng: il corpo in perfetto allineamento alto-basso, radicamento a terra efficace, testa sospesa che controlla la postura.

xu shi fen ming 虚实分明 – VUOTO E PIENO DISTINTI CHIARAMENTE

http://taijiquanfamily.files.wordpress.com/2012/08/chenpeishan.jpg

Come si vede nella foto del Gran Maestro Chen Peishan, XX generazione della famiglia Chen e XII generazione dello stile, in un passaggio della forma jingang daodui, “il jingang pesta nel mortaio”, questo significa che il peso deve essere chiaramente affondato su una delle due gambe. Ogni posizione degli arti inferiori ha una sua proporzione di peso, per esempio, nella gongbu (postura dell’arco) il peso deve essere distribuito per il 70% sulla gamba anteriore e per il 30% sulla gamba posteriore. Vuoto non significa assenza totale di pesoo di forza, Pieno non significa cento per cento del peso o della forza.

Gli errori più frequenti sono i seguenti, applicati per esempio alla gongbu:

– Il peso è distribuito equamente tra le due gambe. E’ il cosiddetto “errore del doppio peso”. Dà l’impressione, visto dall’esterno, che la tecnica non sia mai “conclusa” e portata fino alla fine. Nel caso in cui si dovesse applicare realmente la forza in un colpo con un fali, questo risulterebbe senza reale efficacia.

– Il peso è scaricato eccessivamente sull’arto avanzato. In questo modo i cambiamenti e gli spostamenti non saranno agili e facili. Nel caso in cui si dovesse applicare realmente la forza in un colpo con un fali, il corpo si sbilancerebbe troppo in avanti, e si sarebbe facilmente squilibrabili in avanti.

shang xia xiang sui 上下相随 L’ALTO E IL BASSO SI SEGUONO A VICENDA.

E’ un’altra delle frasi fondamentali nel taijiquan. Significa coordinare le parti superiore e inferiore del corpo. Il detto classico “il movimento deve avere la sua radice nei piedi, essere sviluppato attraverso gli arti inferiori, controllatoo e diretto dalla vita e manifestarsi nelle mani” indica proprio questo concetto. Il corpo si muove come una unità secondo un procedere cha va dal basso verso l’alto. Il basso si muove prima dell’alto, questo è il modo corretto di coordinare il movimento del corpo.

I piedi si coordinano con le mani, le caviglie con i polsi, le ginocchia con i gomiti, le anche con le spalle, ma anche coordinare la gamba sinistra con il braccio destro, per esempio. Nella foto la Maestra Carmela Filosa, XXI generazione della famiglia Chen e XIII generazione dello stile, in san shang bu, “tre passi in avanti”.

Alcuni degli errori più comuni dei principianti sono legati spesso al non seguire questo principio, e così la mani e le braccia si muovono “autonomamente”, prima dei piedi e delle gambe, senza che il loro movimento parta da quello della parte bassa del corpo.


0 Responses to “I principi del taijiquan”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


Archivi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: