18
Dic
13

Culto cinese degli antenati

mulan ancestorI cinesi sono sempre stati interessati al loro passato, e il culto degli antenati ne è, fin dalle origini, un esempio.

Nella cultura cinese, i riti funebri dipendono dall’età del defunto e dalla posizione nella società come fattori primari, ma anche dalla causa della sua morte e dallo stato civile, e la famiglia si fa carico di tutte le spese necessarie anche se dovesse indebitarsi.

Dalla ricchezza della famiglia dipende quanto tempo il corpo rimane esposto al pubblico, quante persone verranno a piangere, la quantità di cibo sull’altare, l’importo delle offerte fatte alla famiglia: più soldi aveva il defunto, più soldi riceverà la sua famiglia.

Il culto degli antenati è una pratica rituale che si basa sulla credenza che i familiari defunti continuino la loro esistenza nell’aldilà, che da lì si occupino ancora degli affari mondani, e che siano capaci di influenzare la vita dei loro parenti viventi. Le prime forme di culto degli antenati erano ampiamente radicate sviluppate in Cina fin dal tardo Neolitico, con l’obiettivo a volte anche di chiedere favori o assistenza. La funzione sociale del culto degli antenati è quella di coltivare valori come la pietà filiale e la lealtà familiare.

Funerali e periodo di lutto

I più comuni rituali di culto degli antenati consistono nell’offrire offerte ai defunti per il loro benessere nella vita ultraterrena, che viene immaginata simile a quella terrena. Il culto degli antenati inizia al funerale del parente defunto, nella cui tomba vengono deposti, o bruciati come sacrificio, oggetti come spazzolino da denti, pettine, asciugamano, scarpe, acqua, a volte persino un computer.

Dopo il funerale, si bruciano davanti all’altare offerte giornaliere ancora per alcuni giorni, come alimenti preferiti dal defunto preferiti, vino e piccole somme di denaro. Il denaro è di solito un simbolico pezzo di carta chiamato “denaro spirito” con su scritta la cifra, frutta e verdura sono preferite alle carni, che sono associate con il dolore dell’abbattimento dell’animale.

Dopo il funerale di un membro della famiglia, le famiglie cinesi installano un altare a casa per il culto. L’altare comprende un ritratto o una fotografia dell’antenato, una targa commemorativa e tazze per le offerte. Le cerimonie durano di solito 49 (7 volte 7) giorni, il periodo durante il quale il defunto si crede di essere in fase di giudizio, secondo la credenza buddista Mahayana del Bardo, un periodo intermedio tra la morte e la rinascita. Dopo il periodo di 49 giorni il defunto è adorato insieme a tutti gli altri antenati della famiglia.


0 Responses to “Culto cinese degli antenati”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


Archivi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: