Archivio per novembre 2016

20
Nov
16

年年有餘 nián nián yǒu yú – Ogni anno abbiamo un surplus

 

nian-nian-you-yu年年有餘  nián nián yǒu yú Ogni anno abbiamo un surplus

Essendo una lingua monosillabica, nel cinese si incontrano spesso fonemi che, pur leggendo caratteri diversi, si pronunciano allo stesos modo. questo chengyu gioca proprio sulla omofonia tra e che significa pesce, scritti con caratteri diversi ma pronunciati in modo identico.
Continua a leggere ‘年年有餘 nián nián yǒu yú – Ogni anno abbiamo un surplus’

17
Nov
16

Entro il 30 novembre!

corso-qigong

Scade il 30 novembre la possibilità di usufruire della riduzione sulla retta di iscrizione al Corso Triennale di formazione per Operatore Qigong.

Tutte le informazioni su struttura del corso, docenti, calendario, programma al link http://www.associazioneqi.com/corso-triennale-qigong e telefonando allo 091.651.2081 o scrivendo ad associazioneqi@gmail.com.

05
Nov
16

Gli alcolici in medicina cinese

SABMiller plc

In medicina tradizionale cinese (MTC) si considera l’alcool, dal punto di vista generale, un alimento caldo, e può rendere irrequieti, irritabili, disidratati e accaldati. Si pensa anche che favorisca l’accumulazione di umidità nel corpo con conseguenze come depositi di grasso, edemi, micosi, sensazione di pesantezza, secrezioni ed escrezioni torbide, etc).

LA BIRRA

La birra è un alcolico particolare in quanto viene considerato in MTC di natura fresca e di sapore amaro e dolce: da una parte ha il potere di umidificare molto, dall’altra il sapore amaro lo rende meno umidificante. Inoltre, a lungo andare l’umidità può trasformarsi a sua volta in calore corporeo. Le birre scure e amare hanno anche proprietà nutrienti e apportano minore umidità.

Un suo eccesso di consumo può danneggiare l’azione di milza e reni, la digestione e il metabolismo dell’acqua, ma la sua natura fredda la fa tollerare meglio in estate e nei climi caldi.

IL VINO

Il vino è considerato energicamente caldo, il rosso più del bianco, e quindi più indicato in caso di clima freddo. Ma la questione non è così semplice:
– il vino rosso nutre il sangue (“fa buon sangue”), e il sangue appartiene allo yin, inoltre contiene resveratrolo, un potente antiossidante ad azione anti-invecchiamento, e nutre quindi lo yin;
– il vino bianco tonifica l’energia, il qi, e i polmoni, e il qi appartiene allo yang, più indicato berlo quindi freddo per bilanciare questa natura.

Nel valutare quindi gli effetti del vino sulle singole persone si deve quindi fare una valutazione complessiva dei suoi effetti e della situazione energetica della persona.

Il vino, come tutte le bevande alcoliche stimola il movimento del qi, e stimola la digestione dopo un pasto pesante o elaborato.

Nella medicina delle erbe cinese, alcune erbe e ricette sono preparate col vino, per conferire al preparato le proprietà riscaldanti, dolci, aspre e/o amare del vino stesso.

I SUPERALCOLICI

Whisky, gin, vodka e altri superalcolici hanno una azione generale di muovere qi e sangue. Ma a fronte di ciò sono estremamente caldi e umidi, potendo raggiungere per piccole quantità una azione tossica, danneggiare il fegato creare eccessivo calore.

IN CONCLUSIONE

Il mio Maestro di agopuntura e medicina cinese, il dr. Leung Kwokpo, a proposito della !giusta quantità” dice: “Bevi durante un pasto. Quando raggiungi uno stato di leggera ebbrezza, ecco, la quantità giusta di alcool è la metà di quello che hai bevuto”…

.

Su cultura e medicina tradizionali cinesi vedi anche:

http://www.associazioneqi.com/#

https://associazioneqiblog.wordpress.com/

http://www.studioadelasia.it/

https://studioadelasia.wordpress.com/

https://taijiquanfamily.wordpress.com/

e su Facebook Associazione QIStudioadelasia e Taijiquan Chen Xiaojia Sicilia

Su cultura e medicina tradizionali cinesi vedi anche:

http://www.associazioneqi.com/#

https://associazioneqiblog.wordpress.com/

http://www.studioadelasia.it/

https://studioadelasia.wordpress.com/

https://taijiquanfamily.wordpress.com/

e su Facebook Associazione QIStudioadelasia e Taijiquan Chen Xiaojia Sicilia

03
Nov
16

Tuina: strategie di trattamento e pratica di manovre con Paolo Ercoli

tuina-paoloIl seminario prevede lo studio delle strategie di trattamento del tuina e la revisione delle manovre principali e secondarie.

Info: associazioneqi@gmail.com e 091.651.2081.

“Tuina…Lo si studia, lo si applica, lo si perfeziona…

Ma: “ in che modo è possibile costruire delle sequenze di trattamento specifiche per ogni singolo caso? Come stabilire quali manovre utilizzare e in quale ordine? Come e quando si inseriscono le tecniche complementari in un trattamento? Quali principi bisogna rispettare per costruire delle sequenze efficaci e corrette?”…

Continua a leggere ‘Tuina: strategie di trattamento e pratica di manovre con Paolo Ercoli’

03
Nov
16

A presto Maestro Gao!

14915686_10154648790859648_853617064354546082_nConcluso ieri il seminario teorico-pratico di Zhineng Qigong condotto dal Maestro Gao Weiming a Palermo.

Un grazie al Maestro per avere condiviso con noi la sua profondità nella teoria del Zhineng Qigong e per avere condotto in modo esemplare sessioni di pratica di Chen Qi e Laqi, Sha Zuo Jing Deng, Pengqi Guangding Fa, Zhanzhguang, Qi healing.

Ottima l’organizzazione di Paola, Antonella e Patrizia, grazie a Susan, John e Federica, e grazie anche alla Asd Okinawa Hombu Dojo Kyudokan Palermo per l’ospitalità e, ovviamente, a tutti i partecipanti.

03
Nov
16

PREPARAZIONE DEI CIBI E UTILIZZO

grigliataPREPARAZIONE DEI CIBI E UTILIZZO: principi generali secondo la Dietetica Tradizionale Cinese.

I cibi grigliati, fritti, arrostiti, affumicati, tostati e al forno (ad alta temperatura) aumentano la natura calda del cibo, che addirittura da freddo può diventare caldo o tiepido.

Cotture neutre sono: a vapore, a bagnomaria, bollitura, a pressione, a forno (a bassa temperatura).

Continua a leggere ‘PREPARAZIONE DEI CIBI E UTILIZZO’




Archivi