06
Nov
20

nushu, il linguaggio segreto delle donne (1a parte)

Come dice Lisa See nel suo “Fiore di neve e il ventaglio segreto”, “Negli anni ’60, un giorno un’anziana donna perse il sensi in una stazione ferroviaria della Cina rurale. Quando la polizia perquisì la sconosciuta nel tentativo di identificarla, trovò dei documenti che sembravano scritti in un codice cifrato. La Rivoluzione Culturale era al culmine. E così la poveretta fu arrestata e trattenuta per sospetto di spionaggio. Gli studiosi convocati per decifrare i messaggi esclusero quasi subito l’ipotesi dell’intrigo internazionale. Gli strani caratteri, dissero, appartenevano invece a un linguaggio scritto usato solo dalle donne e mantenuto segreto agli uomini da mille anni.”

Questa lingua segreta era il nǚshū.

Questo è la parola nǚshū, scitta in nǚshū, che si legge da destra a sinistra. Diversamente dalla scrittura cinese, che è in caratteri (comunemente chiamati “ideogrammi”), il nǚshū è una scrittura sillabica, una semplificazione dei caratteri cinesi, ed è stato utilizzato solo tra le donne, probabilmente unico esempio nel mondo, e per lo più nella contea di Jiangyong, provincia di Hunan, nel sud della Cina.

La triste sorte delle donne cinesi nel corso di un periodo molto lungo della loro storia è ben descritto da un proverbio tradizionale: “Meglio avere un cane che una figlia”.

Nel contesto fortemente maschilista confuciano si sviluppò questa lingua scritta riservata al mondo femmininile, sconosciuta agli uomini, e tenuta gelosamente custodita dalle donne in una sorta di “sorellanza”.

In una società di quel tipo il nǚshū era un modo di difendersi dagli uomini e dava uno speciale senso di “appartenenza” e uno spazio riservato e intimo per comunicare tra loro.

———-

Su cultura e medicina tradizionali cinesi vedi anche:

http://www.associazioneqi.com/#

https://studioadelasia.wordpress.com/

https://taijiquanfamily.wordpress.com/

https://giacomomarinotuina.wordpress.com/

e su Facebook

Associazione QI,

Taojiquan Chen Xiaojia – Sicilia

Giacomo Marino Operatore Tuina

Antonella Coglitore Taijiquan Palermo


1 Response to “nushu, il linguaggio segreto delle donne (1a parte)”


  1. 1 eleonora
    novembre 16, 2012 alle 9:32 PM

    Bello il libro di Lisa See Fiore di Neve e il ventaglio segreto…quanto hanno sofferto le donne in passato perche0 erano donne…da leggere


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


Archivi


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: